street art

Street art | Il Covid-19 non fermerà l’amore

Gli street artists di tutto il mondo usano l’arte per ricordarci che l’amore è sempre con noi.

 

Questi ultimi mesi ci hanno messi di fronte a molte sfide: siamo costretti a stare a casa e non è possibile godere delle più normali libertà, come andare per musei o camminare per le strade delle città, alla ricerca di nuovi murales. Nonostante questa situazione di stallo, gli artisti di tutto il mondo non si fermano e, facendosi ispirare da quello che sta succedendo, hanno realizzato alcune opere in cui compaiono mascherine e amuchina, due elementi che ormai fanno parte della nostra quotidianità.

Questi street artists propongono un modo per sdrammatizzare la situazione ed esortare tutti a tenere duro, a reagire in maniera positiva a ciò che sta succedendo, per tornare più forti nel futuro. Come possiamo vedere questi murales? Attraverso i loro profili social, veicoli fondamentali per vedere l’arte oggi!


TV BOY

Lo street artist TV BOY ha nascosto tra le vie di Milano un graffito che ritrae un’immagine classica, conosciuta da tutti: sono i due innamorati ritratti da Hayez nel quadro Il Bacio (1859, Pinacoteca di Brera, Milano). Gli elementi che li distinguono dalla celebre coppia sono la presenza delle mascherine che coprono i loro volti e le due bottigliette di amuchina strette tra le mani, entrambi simboli di quello che stiamo vivendo. Il titolo riprende il tema cercato dall’artista: “L’amore ai tempi del co…vid-19”.

Il murales è stato presto vandalizzato ma questo non sembra preoccupare l’artista, che su Instagram replica: “qualcuno non ha apprezzato, non c’è problema, ne farò un altro”.

 


PØBEL

In Norvegia l’artista Pøbel ha lasciato la sua firma sotto un cavalcavia di Byrne, un luogo dimenticato che spesso sceglie per realizzare i suoi murales. Quest’opera rappresenta una coppia che si stringe in un abbraccio molto romantico e si scambia un bacio, nonostante le mascherine che coprono i loro volti. I due amanti cercano di veicolare un messaggio di gioia, come spiega la stessa artista nel suo profilo Instagram, ma nascondono in maniera velata anche un monito: proteggersi anche nei gesti più semplici.

 

 


PONY WAVE

La tatuatrice americana Pony Wave ha riempito un muro bianco di Venice Beach, California, con un bellissimo murales dedicato a questo momento delicato. Questi due ragazzi, i cui profili in nero riempiono completamente il muro, si stringono in un bacio quasi accennato. La ragazza però ha un occhio aperto: un modo per invitare il fidanzato a prendere atto di tutto quello che sta succedendo nel mondo e non ignorare la situazione, ma reagire con le risorse che ciascuno possiede.

La nota di colore è offerta dalle mascherine, decorate con sgargianti fiori rosa e arancioni, che richiamano il titolo dell’immagine: “Stay safe”.

 

View this post on Instagram

Stay safe!😷 . I did that Mural days ago. Now I’m staying home as everyone! . We all are going through this together. There is a reason which we will see after all. It’s time to look at ourselves. Take a look at what are we doing with the planet and our lifetime. Mb we should change our priorities? Mb we should slowdown? Mb we should take a look around and start respect our planet and all those with whom we share it? Mb someone is trying to hide some changes? Or economic collapse? Mb one more step to a new world order? . There is definitely a reason. And not just one. . P.s. please stay inside! I promise to come back to Venice when it will be over and paint. So let’s meet there when everything will be fine. But for now please stay inside! . Stay safe ! Sending you love ! . Thanks to @max__kote for 📸 from a distance 🙌🏻 . . . #venice #venicebeach #corona #covid_19 #stayhome #staysafe #streetart #italy #usa #china #russia #spain #germany #iran #france #switzerland #southkorea #UK #netherlands #austria #belgium #norway #canada #portugal #sweden #australia #brazil #israel #japan #turkey

A post shared by Pony Wave (@ponywave) on

 


C215

C215, all’anagrafe Christian Guémy, è il creatore di un murales in avenue Danielle-Casanova a Ivry (Parigi) che ritrae due innamorati con le mascherine sui volti mentre si baciano appassionatamente. Il titolo richiama il celebre capolavoro di Gabriel Garcia Marquez: “Amore ai tempi del corona virus”.

La particolarità di quest’opera è la sua fruibilità: l’artista ha creato tutta una serie di riproduzioni da vendere e i ricavati sono stati impiegati per finanziare la costruzione di alcuni ospedali necessari ad affrontare la situazione di emergenza sanitaria causata dal COVID-19.

 


 

ALESSANDRO PINNA

In via Cascina Boscaccio, a Canonica Lambro (Monza Brianza), Alessandro Pinna ha ritratto due persone che, nonostante le tute integrali protettive, gli occhiali e le mascherine, si abbracciano e si baciano con forza. A caricare di forza il gesto, la scritta sopra le loro teste – “Amor vincit omnia” – e la sfumatura rossa che dà profondità al disegno celebrando la forza dell’amore che, nonostante la situazione drammatica, tiene tutti uniti e ci permette di andare avanti con forza.

 

Fonte: http://brianzaweb.com/

REBEL BEAR

Il Banksy scozzese ha omaggiato la città di Glasgow, in Bank street, con un murales che vuole guardare al futuro: i due ragazzi, infatti, hanno calato le mascherine per baciarsi, allontanando quindi quell’elemento che ormai è diventato parte della quotidianità e ci ricorda che semplici gesti come abbracciarsi non sono possibili. Lo stesso artista su Instagram ci tiene a ricordare che “verrà un giorno in cui le mascherine potranno cadere, le frontiere riapriranno e le connessioni potranno riprendere, speriamo più forti che mai”.

 

 


Leggi le altre Curiosità di ZìrArtmag

Seguici anche su: Facebook e Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *