“Red… Pass”

Le polemiche sul Green Pass non si placano: questa volta tra i contestatori della norma troviamo Red Ronnie – conduttore e critico musicale – il quale, alla richiesta dei dipendenti del Museo di Messina di esibire il Green Pass ha sollevato un gran polverone, seguito immediatamente dalla replica del direttore del Museo.

“Non ci hanno fatto entrare al Museo di Messina – ha affermato Ronnie – Fabio Di Bella voleva portarmi a vedere i due quadri di Caravaggio. All’ingresso ci hanno chiesto di esibire il “pass verde”. Io ce l’avevo perché ho fatto il tampone il giorno prima per prendere l’aereo, ma non intendevo mostrarlo perché la Costituzione ritiene lo stato di salute di un cittadino un dato sensibile protetto dalla privacy”.

Non si è fatta attendere la nota di Orazio Micali, direttore del Museo, il quale ha affermato: “Siamo un servizio pubblico, rispettiamo le norme, le applichiamo e le facciamo rispettare a chiunque. Che si chiami Red Ronnie o meno. (…) Il Museo è un luogo di cultura e di culture, di pensieri e dialettiche. Un luogo che vanta opere di artisti e geni che hanno anche manifestato il loro dissenso attraverso l’arte. Perché è giusto manifestare il proprio pensiero, ma con gli strumenti adeguati e rispettando il pensiero e l’opinione altrui”.

La notizia su Il Fatto Quotidiano


Scopri le altre vignette della serie Art & Humor disegnate da Enrico Ledda per ZìrArtmag

Seguici anche su: Facebook e Instagram


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *