“La numero 50”

 

Oltre la citazione ad Alan Ford…come nacque il Gruppo N.F.T.?

Una bella domanda, una domanda che meriterebbe una risposta ed invece diventerà una storia a fumetti (ma solo per chi sarà disposto a scucire [$]!); per voi amanti della roba gratis invece abbiamo una copertina e qualche suggestione.

Come tutte le cose migliori nella storia dell’umanità, da Gesù ai Beatles, il Gruppo N.F.T. nacque in uno scantinato buio, umidiccio e alquanto puzzolente. Un manipolo di strani personaggi, tutti più o meno rinnegati e pervertiti (soprattutto Franceschini), chiamati ad intrufolarsi nell’impenetrabile mondo dell’ARTE contemporanea alla disperata ricerca dello HUMOR.

Alcuni di questi personaggi, come Leonardo e il Vasari, venivano dall’insuccesso nel mondo dell’avanspettacolo toscano, altri dalla notorietà acquisita in celebri serial televisivi americani, ovviamente sto parlando dell’attuale direttore degli Uffizi Eike Schmidt.

L’idea era quella di realizzare una striscia che si sarebbe dovuta chiamare ART&HUMOR e sarebbe dovuta uscire a cadenza settimanale su ZirArtmag. L’autore contattato per realizzarla da due loschi figuri, data la sua veneranda età e il background urbanistico, pensò si trattasse di una striscia pedonale e accettò subito.
Solo in seguito venne chiarito l’equivoco: trattavasi infatti di spionaggio, contro-spionaggio, contro-contro-spionaggio e vignette.

Un’operazione non facile: dove poteva trovarsi lo HUMOR? In una stramberia di Picasso o in una Ferita di JR? Con sommo stupore da parte dell’autore si scoprì che lo humor era OVUNQUE!
E.L.


Scopri le altre vignette della serie Art & Humor disegnate da Enrico Ledda per ZìrArtmag

Seguici anche su: Facebook e Instagram


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *