“Crypto-Tondo”

 

Le Gallerie degli Uffizi hanno venduto per 140mila euro una versione digitale del Tondo Doni di Michelangelo Buonarroti. L’opera, realizzata tramite un brevetto esclusivo denominato DAW (Digital Art Work) è la prima al mondo ad essere stata registrata su blockchain e certificata mediante NFT.

La trasposizione dell’opera in una versione digitale unica e in alta definizione è stata acquistata da un collezionista romano e pare possa essere la prima di una lunga serie: il museo fiorentino prevede, infatti, di digitalizzare numerosi masterpieces tra cui la Madonna del Cardellino di Raffaello, La nascita di Venere, la Primavera e la Calunnia di Botticelli, L’annunciazione e il Battesimo di Cristo di Leonardo, la Venere di Urbino di Tiziano e molte altre ancora.

Nascerà un vero e proprio mercato intorno alle versioni digitali di questi capolavori senza tempo?

La notizia completa è consultabile su Il Sole24Ore


Scopri le altre vignette della serie Art & Humor disegnate da Enrico Ledda per ZìrArtmag

Seguici anche su: Facebook e Instagram


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *