“La ferita aperta”

 

La monumentale opera di JR, terminata e presentata al pubblico il 19 marzo, ha riscosso un successo enorme. Ricondiviso milioni di volte sui social, lo squarcio che fa breccia nelle mura di Palazzo Strozzi invita – come si legge sui profili ufficiali – ad «una riflessione sull’accessibilità non solo a Palazzo Strozzi ma a tutti i luoghi della cultura nell’epoca del Covid-19».

La Ferita offre uno sguardo reale e immaginato sull’interno del museo e sulle sue opere, aprendolo “virtualmente” grazie ad un’incredibile illusione ottica. Un’opera spettacolare, che riempie in un primo momento occhi e cuore ma, proprio nel suo voler “innescare una riflessione”, lascia un po’ d’amarezza.

Ha ancora senso, ad un anno dall’esplosione della pandemia – immaginare spazi vuoti e rimandare l’azione? Per quanto tempo ancora la reale ferita del settore culturale dovrà rimanere aperta?


Scopri le altre vignette della serie Art & Humor disegnate da Enrico Ledda per ZìrArtmag

Seguici anche su: Facebook e Instagram


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *