Isabellangela Germinario

isabellangela germinario

“Il corpo è un oggetto irrinunciabile nella produzione artistica di Isabellangela. L’artista si avventura nella sperimentazione sulle forme e ad oggi i corpi che rappresenta non sono solo corpi, sono pezzi, strappi fisici.

Inizialmente percepibili figurativamente, subiscono una frammentazione totale, diventando segno puro che si espande sulla superficie, richiamando elementi naturali, in momenti che vanno dal vuoto al riempimento compulsivo, dall’assenza di colore alla presenza di macchie. Sono gambe, braccia, polmoni, mani, piedi, precarie parti anatomiche che, benchè pesanti per natura, divengono sospese e leggere, (col)legate da fili.

Questi frammenti rappresentano la difficolta’ di tenere assieme tutti i nostri pezzi. Sono lo specchio della società odierna, dove l’instabilità e la precarietà si riflettono nelle nostre incapacità relazionali. Nei lavori, il risultato è un intreccio di elementi e forme nei quali lo spettatore deve cercare di ricostruire l’immagine (perduta)”.

BIO

Isabellangela Germinario ha nutrito fin da bambina l’interesse verso il disegno. Crescendo ha coltivato la sua passione, inizialmente frequentando il corso sperimentale di Architettura e Design presso il Liceo Artistico P. L. Nervi di Ravenna, iscrivendosi poi nel 2013 al corso di Pittura e Incisione presso la scuola d’arte T. Minardi di Faenza e specializzandosi nel 2015 come tecnico modellista.

Nel 2019 si laurea in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna, dove attualmente è iscritta al corso specialistico di Didattica e Mediazione Culturale dell’Arte. I lavori all’interno delle arti visive includono principalmente il disegno, tecniche d’incisione e la pittura, ma spaziano anche in ambito fotografico e scultoreo, fino ad includere progetti video e la creazione di istallazioni.

 

Per ulteriori informazioni visita il sito dell’artista, attiva anche su Instagram come @isabellangelagerminario.

Scopri altri artisti su ZìrArtmag

Seguici anche su: Facebook e Instagram


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *