Simone Crestani vetro

Simone Crestani | L’arte del vetro per re-immaginare le forme della natura

Simone Crestani, classe 1984, si definisce anzitutto artigiano e poi artista; muove i suoi primi passi da allievo sotto la guida del mastro soffiatore Massimo Lunardon, lavorando nella sua bottega e imparando i segreti dell’arte del vetro. Dopo dieci anni di collaborazione decide di aprire uno studio tutto suo – l’Atelier Crestani (2010) – nel quale sperimentare nuove tecniche e dar spazio alla sua fervida immaginazione.

Fin da giovanissimo – aveva 15 anni quando cominciò l’apprendistato in bottega – si dedica all’arte del vetro, materiale che richiede dedizione, costanza, anni di studio affinché lo si riesca a controllare; Crestani, abilissimo soffiatore e forgiatore, sfida i limiti e le possibilità d’azione utilizzando una tecnica sperimentale detta “a lume”, che gli consente di plasmare il vetro borosilicato e trasformarlo in monumentali sculture cave.

All’apparenza fragilissime e leggere come bolle di sapone, volatili ed effimere come luce riflessa, le sculture vitree di questo straordinario artista si collocano a metà tra opere d’arte decorativa ed elementi di interior design, riuscendo ad ottenere successo in più settori di mercato.

Il mondo naturale è protagonista indiscusso nella poetica di Crestani, il quale dedica moltissimo tempo all’osservazione e all’analisi delle sue strutture.

vetro
Simone Crestani, Tensione Estetica, 2017, vetro, ferro, corda, cemento | © Simone Crestani

Bonsai panciuti e strutture molecolari, animali e trofei di caccia, forme di vita sottomarine. L’artista indaga nel profondo dell’esistenza, sotto la carne e oltre le apparenze, passando dalle grandi dimensioni al più piccolo dettaglio, mostrando ciò che solitamente è invisibile agli occhi. Il processo di lavorazione lo tiene impegnato per ore e ha inizio nel momento in cui l’artista vicentino decide di voler toccare con mano le sue idee, di renderle tangibili e concretamente collocabili nello spazio reale. Di rado si serve di bozze su carta e non sempre esegue bozzetti tridimensionali; molto più spesso l’opera è il risultato di un’azione istintiva e creativa in continuo divenire.


Simone Crestani – Guarda la video intervista rilasciata a DW TV- Euromaxx

La materia prende forma grazie al soffio creatore dell’artigiano. Si contorce, si lascia tirare e gonfiare, consentendo all’artista di dar vita ad una natura latente, nuova, che prende spunto diretto dalle suggestioni che influenzano l’artista nella realtà. La luce – sia essa naturale o artificiale – diviene linfa vitale dell’opera: sottolinea le aggraziate linee degli alberi ed evidenzia le caratteristiche strutturali dei corpi, conferendogli una parvenza di solidità mista a sognante evanescenza.

La vera magia che contraddistingue la poetica di Simone Crestani è quella di saper vedere la natura in tutta la sua sublime armonia e di esser capace di re-immaginarne e restituirne i contorni: l’artista ha presentato le sue ultime creazioni ad Aprile, in occasione della Milano Design Week 2019, con una mostra personale dal titolo Poetry of Light, allestita presso lo stand di Adele-C a Brera.

Una collezione di raffinata bellezza, ispirata all’Oriente e ai suoi equilibri, che si inserisce nel solco della ricerca che ha inizio con la serie Sublimi Tensioni, disponendosi in netta contrapposizione. Infatti, se le Tensioni facevano rimanere lo spettatore con il fiato sospeso mettendo a nudo la resilienza dei corpi, facendo credere che – forse – nonostante la resistenza si sarebbero potute frantumare da un momento all’altro, nei suoi E-Sumi viene evocata la straordinaria delicatezza delle pitture giapponesi, illuminate da eleganti contorni oro. Si tratta di sculture luminose pensate come trasposizione tridimensionale dei tradizionali Sumi-E realizzate come pezzi unici in diverse varianti (da tavolo, da parete o da soffitto).


Vetro

Simone Crestani, E-Sumi #1 | © Simone Crestani

Grazie all’instancabile ricerca e alla dedizione con la quale si dedica al vetro e ai suoi straordinari mondi, l’arte di Simone Crestani non smette di stupire e le sue opere continuano a fare il giro del mondo – Italia, Francia, USA sono solo alcuni dei paesi che lo hanno ospitato – comparendo sovente su numerosi magazine di arte, design e arredamento: tra i tanti nomi ricordiamo Artribune, Le Figaro, AD Italia, Elle Decor e Domus.


Per maggiori informazioni visita il sito ufficiale dell’artista, attivo su Instagram come @simonecrestani.

Leggi gli altri MTA


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *