Franco Fontana. Sintesi | Modena celebra il fotografo dei paesaggi dai colori mozzafiato

Mancano ormai pochi giorni all’inaugurazione della mostra Franco Fontana. Sintesi – allestita presso le tre sedi di Fondazione Modena Arti Visive – la quale ripercorrerà i sessant’anni della prolifica attività dell’artista includendo numerosissime opere inedite e raccontando i legami instaurati con alcuni dei più noti fotografi del Novecento.

Si tratta di un progetto espositivo – realizzato in collaborazione con Fotografia Europea 2019 – suddiviso in due corpose sezioni tematiche volte ad immergere il visitatore in un viaggio ideale lungo le strade del mondo e a ripercorrere le tappe salienti della vita di questo grande maestro, nato a Modena nel 1933 e ancora attivo nella stessa città.

franco fontana
Franco Fontana, Havana, 2017, Stampa Colour Fine Art Giclée, Hahnemuhle Baryta FB 350 gsm su Dibond. 200×136 cm Copyright Franco Fontana. Courtesy Franco Fontana Studio

Nel 1968 Fontana ebbe l’opportunità di esporre per la prima volta; da quel momento in poi le sue opere hanno trovato posto in oltre cinquanta musei sparsi per il mondo e sono state protagoniste di numerose personali e collettive. L’artista, durante questi sessant’anni, ha avuto modo di collaborare con importanti testate – Time-Life, Vogue, New York Times, Il Venerdì di Repubblica, Sette del Corriere della Sera, Panorama e tantissimi altri – nonché di firmare famose campagne pubblicitarie.

La prima sezione della mostra, a cura di Diana Baldon, sarà ospitata nella Sala Grande di Palazzo Santa Margherita e nella Palazzina dei Giardini ed è proprio il nucleo fondamentale dell’esposizione, quello da cui deriva il titolo dell’intero progetto e che si concentra sul percorso artistico di Fontana. Un corpus di trenta fotografie, tutte scattate tra il 1961 e il 2017 e selezionate dall’archivio dell’artista, sarà il fulcro dell’omaggio modenese all’occhio di questo straordinario fotografo, poeta della linea e del colore.

Un vero e proprio “racconto per paesaggi”: in mostra le sconfinate distese d’erba, gli squillanti colori della natura, le forme della città e l’immobilità che contraddistingue gli scatti di Fontana. Sono, questi, elementi fondamentali dello stile del fotografo, le cui opere sono state spesso paragonate alla pittura astratta modernista.

franco fontana
Franco Fontana, Spagna, 1985, Stampa Colour Fine Art Giclée, Hahnemuhle Baryta FB 350 gsm su Dibond. 136×200 cm Copyright Franco Fontana. Courtesy Franco Fontana Studio

La carriera dell’artista – che iniziò a scattare fotografie nel 1961 a livello amatoriale – è infatti incentrata sulle vedute urbane e naturali, su spazi sconfinati immortalati in giro per il mondo e ispiratori di un forte senso di libertà. La figura umana è sempre in secondo piano, vista in lontananza o del tutto assente, volontariamente estromessa per prediligere le linee, le forme e i colori di una realtà magistralmente orchestrata dal fotografo per ottenere nuove possibili visioni, astratte e sintetiche. «Il colore è (…) sensazione fisiologica, interpretazione psicologica emozionale, modo e mezzo di conoscenza ed è per questo fondamentale soprattutto nella fotografia. Come diceva Klee: il colore è il luogo dove l’universo e la mente si incontrano. La forma è la chiave dell’esistenza cerco di esprimerla in fotografia testimoniandola nello spazio in correlazione con le cose coinvolte in esso, che non è ciò che contiene la cosa ma ciò che emerge in relazione della cosa, che può essere un paesaggio, una persona, un albero, unʼautomobile, un ambiente (…)».

Oliviero Toscani, United Colors of Benetton, 1990, C-Print, 47,6×60,9 cm Copyright Oliviero Toscani Courtesy Comune di Modena, Fondo Franco Fontana – Galleria Civica di Modena – FONDAZIONE MODENA ARTI VISIVE

La mostra, interamente visitabile a partire dal 23 marzo e fino al 25 agosto 2019, include una seconda sezione curata dallo stesso Franco Fontana: centoventi fotografie selezionate da un fondo di 1600 opere donate dall’artista al Comune e alla Galleria Civica di Modena, attualmente gestito da Fondazione Modena Arti Visive. Questo consistente nucleo in esposizione racconta i legami d’amicizia e i rapporti intercorsi tra l’artista e numerosi altri colleghi italiani e internazionali – tra cui Larry FinkLuigi Ghirri, Sebastião Salgado e moltissimi altri – con i quali era solito scambiare stampe e fotografie.

Gianni Berengo Gardin Gran Bretagna, 1977 Stampa ai sali d’argento, 30,2×40,4 cm © Gianni Berengo Gardin Courtesy Comune di Modena, Fondo Franco Fontana – Galleria Civica di Modena – FONDAZIONE MODENA ARTI VISIVE

 

Informazioni utili:

Franco Fontana. Sintesi

Quando: 23 marzo – 25 agosto 2019

Dove: Palazzo Santa Margherita/ Palazzina dei Giardini/ MATA – Ex Manifattura Tabacchi (Modena)

Orari di apertura:

Da sabato 23 marzo a domenica 16 giugno
mercoledì – venerdì: 11-13 / 16-19
sabato, domenica e festivi: 11 – 19

Da lunedì 17 giugno a domenica 25 agosto
giovedì-domenica: 17 – 22

Biglietti: intero 6 € / Cumulativo 8 €

Ingresso libero ogni mercoledì e la prima domenica del mese.

Per maggiori informazioni sulla mostra visita il sito della Fondazione Modena Arti Visive e di Fotografia Europea 2019.

www.francofontanaphotographer.com

Scopri gli altri articoli su coffee break

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *